La paura di sbagliare e il piacere di farlo

La paura di sbagliare e il piacere di farlo

Una delle più grandi paure che mi trovo spesso a trasformare è la paura di sbagliare.

A volte mi chiedo come mai nella nostra società non è più permesso sbagliare.
Boh, sinceramente non lo so.

L’unica cosa che so è che questa paura viene installata già dai primi anni di vita e ce la portiamo dietro sempre con molto onore.

Ripensando sempre ai primi periodi che trascorriamo in questo meraviglioso pianeta, noto come sia divertente e normale sbagliare.

Se guardi un bambino che impara a camminare, puoi tranquillamente constatare quante migliaia di volte dopo essere caduto si rialza e provi nuovamente a portare a termine questa ardua missione. Non gliene può fregare di meno di aver picchiato più volte la testa di qua e di la. Semplicemente impara che è meglio usare le gambe piuttosto che la testa.

Ora passiamo a noi :

prima ancora di intraprendere il nostro nuovo passo, visioniamo accuratamente il nostro futuro attraverso la nostra immaginazione.
Che figata!! Possiamo realmente immaginare chi saremo a breve, medio e lungo termine.

Cosa succede dopo esattamente 20 secondi di immaginazione e focalizzazione su un nostro sogno da realizzare? TA DAAAA!!! Arrivano i nostri compagni di viaggio pensieri limitanti che cominciano a farti vedere quanto pirla sei ad aver avuto il tuo momento di gloria.

Ma sei matto … è una cosa irrealizzabile.
Quelli come te … non ce l’hanno mai fatta.
Ricordi cosa ha detto tuo padre a proposito? E tua madre?
Sicuramente i miei amici mi diranno che sono …..
Mamma mia … e dove trovo i soldi per realizzare questo mio sogno?
Se solo avessi qualche risorsa in più potrei….
E SE SBAGLIO???!!!!????

Tutto questo avviene in frazioni di secondo, e cosa si fa nella maggior parte dei casi? Si da retta proprio a questi pensieri e si permette che questi abbiano il pieno potere su di noi e la nostra realtà.

Eccolo qua… come per magia il nostro sogno finisce nel cestino, il guaio è che nella maggior parte dei casi non hai nemmeno provato a realizzarlo. Hai semplicemente evitato di sbagliare.

La paura di sbagliare e di essere giudicato per questo, ti impedisce di sognare e di divertirti a sperimentare e rende la tua vita una gabbia nella quale tutto è ok …. ma attenzione ad uscire… c’è sempre uno sbaglio in agguato.

Che succede se sbagli?
Cosa ti dicono gli altri se sbagli?
Cosa ti dicono i tuoi genitori se sbagli?
Cosa ti dirai se sbagli?
Che figura farai se sbagli?

CHI NON TI PERMETTE ORA DI SBAGLIARE?

(suggerimento…. picchiettati su : Anche se …….. mi impedisce di sbagliare…. io scelgo di sbagliare quanto strac…o voglio.)

Un grosso consiglio che ti posso dare è di controllare e cambiare la paura di sbagliare in piacere di imparare dagli sbagli.

Ti posso assicurare che se ti permetti di sbagliare senza sentirti in colpa, senza provare rabbia e senza farti mettere sotto dagli altri diventerai una persona meravigliosa.

La frase che devi ripeterti spesso è …. “e se sbaglio? E chi se ne frega?”

Per agevolare l’inserimento di questo programma nel tuo “computer energetico” ti lascio un setup legato a tale paura.

Ti auguro che la tua vita si possa trasformare permettendoti di sbagliare quanto vuoi, imparando dagli errori e migliorandoti di giorno in giorno con gioia e grazia.

Ecco le frasi da usare sul punto Karate

  • Anche se ho paura di sbagliare, mi amo e accetto profondamente e completamente lo stesso.
  • Anche se devo rendere conto agli altri per i miei sbagli, godo come un riccio nell’imparare dai miei errori.
  • Anche se poi gli altri mi giudicheranno per ogni errore che commetto, sono pronto a sperimentare la gioia di sbagliare senza sentirmi giudicato.

Adesso le frasi che si focalizzano sul problema

  • Sopracciglio  : “Ho paura di sbagliare”
  • Lato dell’occhio : “Nella vita non ci si può permettere di sbagliare”
  • Sotto l’occhio: “Chi sbaglia poi paga, e tra l’altro non ho il becco di un quattrino”
  • Naso: “E bene per me avere paura di sbagliare, se no sbaglio”
  • Mento: “Che penseranno gli altri se poi sbaglio?”
  • Clavicole: “Devo rendere conto agli altri per i miei sbagli”
  • Sotto il braccio: “Anche se poi mi giudicheranno per gli errori che commetto”
  • Sopra la testa : “Mi sembra che tutto remi contro e che a me non sia permesso di sognare”

Adesso le frasi che si focalizzano sulla soluzione del problema

  • Sopracciglio  : “Adoro imparare dagli sbagli”
  • Lato dell’occhio: “E’ normale sbagliare”
  • Sotto l’occhio: “Gli altri mi accettano anche se sbaglio”
  • Naso: “Io posso sbagliare e sentirmi amato da tutti”
  • Mento: “E’ bello ora che posso permettermi di sbagliare, mi sembra non esistano più limiti a ciò che posso essere”
  • Clavicole: “Sono un essere illimitato”
  • Sotto il braccio:  “Merito di sbagliare e di imparare dalle mie esperienze”
  • Sopra la testa: “Sono un miracolo, che importa se sbaglio?”

Trovi altre centinaia di setup molto potenti su Abbondanza for dummies

Spero di esserti stato utile

Andrea

Commenti Facebook:

Lascia un commento (Nessun commento per adesso)

Nessun commento al momento

Clicca su mi piace!

Seguimi su..

Aggiungimi a Skype
Potrebbe interessarti anche...close