Che senso ha soffrire se puoi farne a meno?

Che senso ha soffrire se puoi farne a meno?

Mi ritrovo parecchie volte ad osservare le mie emozioni negative e a trasformarle, mi ritrovo altrettante volte a provare le mie emozioni negative per restarci intrappolato con tutto me stesso pensando che sia la realtà.

Per tantissimi anni sono stato convinto che la sofferenza fosse molto utile e importante al fine di espiare qualche peccato, oppure per Karma (qui ero già più figo) o addirittura perché Dio nella sua infinità bontà aveva deciso di punirmi per farmi capire come stanno le cose. Sembra passata un’eternità da quando pensavo tutto questo, ma in realtà non è così tanto tempo fa e per quanto mi sforzassi di trovare un significato all’esistenza, mi risultava veramente difficile capire il DISEGNO che stava dietro al dover soffrire e semplicemente vivevo con un senso di impotenza e paura che non mi permetteva di essere me stesso.

E la domanda pressoché continua era : “Ma perché dobbiamo soffrire? Se molti mistici guarivano i malati con un tocco, perché ci siamo dimenticati come fare? Perché non tutti sanno come farlo?”

La cosa che ancora mi stupisce è di come si possano fare balzi da gigante avanti, senza assolutamente fare nulla se non continuare giorno dopo giorno a conoscere se stessi. La maggior parte delle persone vive legata alle emozioni che prova e reagisce di conseguenza, pensando che tutto quanto arriva in modo casuale da là fuori. Anche io ero imerso in questo schema, e a dirti la verità, potrebbe essere stato anche vero, ma non mi piaceva l’idea.

La scoperta infinitamente preziosa che ho fatto un giorno è che il potenziale che abbiamo all’interno è infinito e che c’era molto ma molto di più di quello che vedevo. Sono stato straordinariamente bene la prima volta che ho visto le potenzialità della mente e quanto poco la sfruttavo, ma la cosa che mi ha letteralmente elettrizzato è stato scoprire la natura della mia e tua essenza. Se avessi scoperto che siamo fatti di bene e male, sicuramente ora non starei scrivendo questo articolo, ma starei rapinando qualche vecchietta la vigilia di Natale, ovviamente con gli amici per divertirmi di più. Quello che ho scoperto invece è che la nostra natura è tutt’altra, è la gioia e l’assenza di sofferenza. Hai mai provato uno stato in cui se qualcuno ti chiede cosa è la sofferenza, non sai rispondere perché incomprensibile? Ecco la nostra natura è proprio quello stato. Non passerà molto che si avveri anche uno dei miei più grandi desideri, sono sicuro infatti che tra non molto, dovremmo spiegare cosa sia la guerra e il suo scopo ai bambini per pura informazione storica, e a loro risulterà incomprensibile come per millenni l’essere umano abbia potuto farla.

Molte volte mi ritrovo a lavorare con persone che sono così immerse a credere che la realtà sia quella della mente e delle emozioni che è molto difficile schiodarle da lì, e in quel caso torna utile la mia preziosissima mazza da baseball per colpire qualche punto che non ha nulla a che vedere con i meridiani. E’ l’unico caso in cui apprezzo il dolore come forma terapeutica!!

Se utilizzi seriamente EFT avrai sicuramente sperimentato la trasformazione di un problema in “assenza di esso“, e puoi tranquillamente arrivare anche tu alla conclusione che se basta picchiettare alcuni punti del corpo portando la consapevolezza ad un problema per farlo sparire, semplicemente vuol dire che noi siamo assenza di problemi. Ecco il motivo per cui difficilmente potrai creare un emozione negativa con EFT o altre tecniche simili. L’unica cosa che puoi fare e trasformarla in “assenza del problema“. Cosa succederebbe se dedicassi il tuo tempo ad ascoltare e a trasformare tutto quello che ritieni un problema in assenza di esso? Cosa succederebbe nel momento in cui esistessi in una realtà fatta solo di assenza di problemi?

Ecco perché la cosa più importante non è l’azione o il fare per immagazzinare soldi o altri beni, ecco perché la cosa più importante non è avere la macchina più bella del mondo o vestirsi con gli abiti più costosi. Non è importante quello che succede fuori, perché quello che succede fuori è una risposta precisa e perfetta di quello che siamo dentro. Non esiste un fuori di te o gli altri, esiste solamente quello che proietti da dentro e la risposta ad questo.

Quello che mi piacerebbe augurarti per questo Natale e per il nuovo anno, è che diventassi costantemente consapevole di quelle che sono le tue emozioni e i tuoi pensieri e prendere atto che solamente quello è ciò che deve essere trasformato al fine di vivere sempre e costantemente a contatto con ciò che sei veramente.

Nel momento in cui dedichi il tuo tempo a trasformare l’interno, l’esterno cambierà in una maniera che neppure ti immagini offrendoti a specchio l’abbondanza che è come ho sempre sostenuto essere la nostra natura. Il trasformare le emozioni negative e il forgiare giornalmente pensieri in linea con chi sei veramente porterà come effetto collaterale una gioia che andrà sicuramente al di sopra delle tue aspettative.

Ti auguro di cuore di conoscere te stesso/a e di vedere quanto “figata sei!!!!!” Che senso ha soffrire se puoi farne a meno? Datti da fare e torna a splendere come dovresti.

I miei migliori auguri di un felice Natale e un 2012 memorabile, e che tu lo voglia o meno la trasformazione che silenziosamente sta avvenendo in ognuno di noi porterà tanta di quella gioia che non puoi neppure immaginare.

Andrea

Commenti Facebook:

Lascia un commento (25 commenti per adesso)


  1. ionut

    Soffrire significa crescere ma non ne sono più sicuro


  2. morgana

    @ @ @ LELEINA
    carissima se avrai letto tutte le risposte, sicuramente avrai di che soffrrire per correggere tutti gli errori fatti, ti dò un consiglio goditi la vita e fai un pò di EFT ogni volta che vedi un errore!!
    -più pratica e meno grammatica-
    Ti auguro un felice anno nuovo prof Lelenia
    aloha morgana

    • Morgana, che tipo di “sofferenza” ti crea LELEINA e dove la provi?


  3. luisa

    la sofferenza fa malissimo ed è senzaltro(e lo scrivo così ok?!)la proieziene più stupida che spesso riusciamo a creare,ma la mia maturità in materia conta molte lacune xchè spesso pur avendo consapevolezza assoluta di quello che hai scritto non riesco a staccarmi dalle emozioni e così è normale soffrire.Mi cerco,mi trovo,e mi riperdo e continuo a vivere la mia condizione di umano,….poi il mio divino prepotentemente si fa sentire ed è lì che si sente chi siamo e si può solo essere in beatitudine,mi assale comunque una forte commozione e spesso piango ma non è un pianto di dolore! Grazie buone feste

    • Wow che bel messaggio hai scritto. L’unica cosa che potrebbe farti sapere è che è inutile combattere la mente con la mente, non vinceresti mai. Siamo qualcosina 🙂 di più della mente ed è fantastico focalizzarsi su quello.
      Complimenti!


  4. morgana

    ….’che senso ha soffrire se si può farne a meno!’…me lo chiedo tutti i giorni e mi accorgo di essere un comune mortale che si fa un sacco di seghe mentali, maaaa non riesco a farne a meno!! spesso prevale in me la vecchia memoria che mi dice se uno ti dà uno schiafffo…tu molla un pugno!!!! porgere l’altra guancia è da fessi!!!! PERò ULTIMAMENTE, GRAZIE ANCHE AI TUOI INSEGNAMENTI…..NON PORGO L’ALTRA GUANCIA MA ……FACCIO EFT!!!!
    Grazie di tutto sei un mito con o senza errori grammmmaticali, io sono la regina di ciò ma quello che vale è il concetto, girare attorno all’ostacolo… non vale la pena o lo prendi o lo scansi! ok??
    felice 2012 pieno di gratitudine amore salute soldi serenita e…errori positivi!!!
    morgana

    • Grande Morgana, hai scritto qualcosa di eccezionale, non sono molte le persone che capiscono che tutto parte da dentro.

      MITICA!!


  5. cinzia

    Bel messaggio grazie. Alla signora che non è riuscita a leggere la lettteraaaa perer i troppi errori ssiggnora sigoda la bellezza della vita conn le imperrfezioni……………….
    ……………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………..P.s. per la signora casomai dovesse offendersi gli errori sono uno scherzo si goda la vita. evviva la e verbo senza accento e l’inizio della frase con la lettera piccola!!!!!!!!!!

    • Non avrai mica trovato un inizio di frase con la lettera piccola???

      Dove 🙁 aiuto… 🙂

      Grazie a te e alla signora!!! 🙂


  6. Vanda

    Gli uomini più importanti della storia, che hanno fatto evolvere l’umanità,
    avevano un processo di scolarizzazione bassissimo, a volte nullo
    Fate una ricerca
    Non si curavano degli accenti o dei punti, bensì il loro cuore seguiva l’ equilibrio più elevato, quello dell’anima dell’universo.
    L’universo non si cura delle strutture create dall’uomo bensì dell’amore che è in grado di esprimere, nonostante gli innumerevoli limiti terreni.
    E’ grazie a questo amore che le vibrazioni possono innalzarsi e far progredire l’umanità intera.
    Grazie Andrea, sei un essere meraviglioso.
    Vanda

    • Vanda, c’è chi ha bisogno di tutte le virgole e tutti gli accenti giusti per capire le cose e chi invece nella semplicità riesce godersi la vita anche se ritiene che presenti delle imperfezioni.
      Nel momento in cui si pensa che la sofferenza sia un qualcosa di esterno a noi o peggio ancora che sia causata dagli “altri” o peggio ancora da errori ortografici, difficilmente riesce a capire quello che ho scritto, perché se ragiona in questo modo si troveranno i difetti anche dove non ci sono. Nell’universo non esiste nulla di sbagliato o giusto e nulla di piacevole o spiacevole…. ma se ci si allontana da ciò che siamo, si comincia a pensare al nero e al bianco, al giusto o al sbagliato, al se fai così va bene, se fai in un altro modo, va male e mi fai stare male. Il problema rimane sempre esterno.
      Non perdo mai più di tanto tempo in queste cose a meno che non possa nascere qualcosa di costruttivo.

      Grazie per quello che hai scritto.


  7. Leleina

    ehm..non riesco a godermi il senso del messaggio, molto bello, se prima non correggi alcune-sono certa- distrazioni: Espiare i peccati, non spiarli di nascosto…e un’eternità con l’apostrofo…E la domanda, non è! da là fuori, con l’accento sulla a, così come lì..sempre con l’accento….ti prego!!!Hai bisogno di una mano per correggere le bozze? Io per godermi il tuo messaggio devo poterlo leggere senza essere distratta dagli errori ortografici…Grazie!

    • Mi fa piacere che hai trovato il messaggio molto bello!
      Quella del li con l’accento ho dovuto studiarmela, sai avendo solo la 5 elementare faccio un po’ fatica, ma mi sto impegnando per essere “più meglio”. Ti ringrazio perché ho imparato cose nuove e ti assicuro che non erano distrazioni, era pura e spettacolare ignoranza! Grazie veramente, per i tuoi preziosi insegnamenti di grammatica. La prossima volta se mi scrivi in privato mi eviti brutte figure!!!!!


    • Anna

      Mamma mia!! Rilassati!! Sai anche a me spesso mi viene questo “complesso della maestrina”,che nasconde la tendenza al perfezionismo e allo sterile giudizio…a me questa tendenza non ha portato nulla di buono, non so a te…e comunque il senso del messaggio, secondo me, va oltre degli stupidi errori grammaticali od ortografici…
      P.S. Per Andrea: Andre’ non si finisce mai di imparare, quindi, sono sicura da ora in poi rileggerai accuratamente i tuoi post (anche io ho riletto un paio di volte ciò che ho scritto, non si sa mai…ahahah!!).
      Tanti auguri a tutti!!!


  8. salvatore

    Grazie Andrea per l’articolo che hai postato, è da qualche tempo che ho iniziato il mio percorso di risveglio interiore e ti garantisco che quello che hai scritto su cosa c’è la’ “fuori” non è nient’altro che la proiezione di quello che siamo noi da “dentro”. Sto’ cambiando il mio modo di pensare dividendo anche i miei pensieri in segmenti, in base alle azioni che debbo compiere durante la giornata, momento dopo momento penso solo a come poter stare bene e ricavarne un beneficio, in sostanza vivo il “qui ed ora”. Il tuo bellissimo post non è altro che una conferma che quello che ho intrapreso per vivere una vita fatta di amore, felicità, salute, ricchezza, abbondanza e prosperità. Un felice Natale a Te ed alla Tua famiglia. Salvatore Gattuso.

    • Grazie Salvatore.

    • Grazie Salvatore. Che sia un meraviglioso 2012.


  9. NYDIA ROBB

    CHE “FIGATA”BELLISSIMO MESSAGGIO DI AUGURI. GRAZIE ANDREA. TANTI AUGURI A TE E LA TUA SPLENDIDA FAMIGLIA


  10. francesca

    Grazie Andrea. Mi sono emozionata leggendo quello che hai scritto. Che sia un 2012 memorabile e meraviglioso per tutti e intanto Buon Natale.

    • Grazie mille! Pensa che io mi sono emozionato al fatto che tu si sia emozionata a leggere questa roba!!!!!


  11. cinzia 61

    grazie per i tuoi splendidi consigli e per tutto l’aiuto che ci dai.auguro a te e a tutti gli amici di abundantia un felice natale.purtroppo per me,da 10 anni ormai,a causa dei miei attacchi di panico non è più tanto sereno,ma cerco di godermelo lo stesso. grazie ancora.

    • Scrivimi via email che vediamo come trasformare la cosa! 😉 CIAOOO


  12. Stefania

    Meraviglioso, leggerti, Andrea!
    Rutilanti (….) auguri spettacolari a te e ai tuoi splendidi cari!! =)

Clicca su mi piace!

Seguimi su..

Aggiungimi a Skype
Potrebbe interessarti anche...close